24-09-2019

SECONDO POSTO ALL’INTERNATIONAL SUPERCUP 2019

David Vidales sale sul secondo gradino del podio dell’International Super Cup KZ2 alla South Garda Karting di Lonato, mentre sono ben quattro i Tony Kart che terminano nella top ten della finale KZ

Anche in occasione dell’ultima prova della stagione FIA Karting, il Tony Kart Racing Team è autore di un’eccellente prestazione complessiva. Il FIA Karting World Championship KZ e l’International Super Cup KZ2 disputate a Lonato, sul circuito South Garda Karting, vedono i nostri piloti lottare costantemente per le prime posizioni e conquistare un prestigioso secondo posto nella KZ2.

A riuscirci è David Vidales, autore di un fine settimana quasi perfetto nell’International Super Cup. Due vittorie, due secondi e un terzo posto guadagnati nelle manche consentono a David di scattare dalla terza casella per la finale più importante dell’anno. Qui, il Tony Kart Racer 401 R motorizzato Vortex lo aiuta a non perdere un colpo nelle prime, concitate, fasi di gara, caratterizzate da una battaglia molto serrata alle spalle del leader. Vidales riesce a guadagnare la seconda posizione con un ottimo sorpasso e, da lì in poi, sfodera un passo inarrestabile che lo porta a segnare il giro veloce della gara e a tagliare il traguardo a pochi metri dal vincitore.

L’eccellente risultato di Vidales è accompagnato dall’ottimo debutto in una gara FIA all’interno del Tony Kart Racing Team di Danilo Albanese. L’italiano si mostra da subito a suo agio, sia nelle partenze sia nei duelli con piloti più esperti: due vittorie e tre secondi posti lo dimostrano inequivocabilmente. Uno sfortunato ritiro, tuttavia, lo costringe a una partenza arretrata in finale e a una gara in mezzo alla bagarre, al termine della quale è comunque capace di migliorare la propria posizione.

Un ritiro nella manche compromette anche la posizione di partenza per la finale di Alessio Piccini, che dimostra ancora una volta di non tirarsi mai indietro quando si tratta di rimontare, scavalcando sei avversari nella gara decisiva. Peccato, perchè Alessio disputa un weekend di gara su ottimi livelli, ottenendo 2 secondi e due terzi posti nelle Heats, dove è spesso in lotta anche per la vittoria.
In totale, il bottino di 5 vittorie di manche, 7 secondi e 3 terzi posti, oltre al secondo gradino del podio finale, dimostrano ancora una volta tutta la competitività del materiale Tony Kart/Vortex.

Anche in KZ i nostri portacolori al volante del Tony Kart 401 R sono una presenza costante nelle primissime posizioni.

Matteo Viganò si impone con autorità in una Heats e, con anche due terzi posti, è terzo al termine della manche. Simo Puhakka non scende mai giù dal podio (due volte secondo e una volta terzo, firmando anche un best lap). Marco Ardigò è altrettanto bravo a terminare sempre tra i primi 5, migliorando la posizione ottenuta in qualifica.
La prestazione complessiva è di sostanza anche in finale, dove manca solo il guizzo che avrebbe permesso di salire sul podio. Ci va molto vicino Simo Puhakka, che termina al quarto posto una gara veramente tiratissima. Anche Matteo Viganò e Marco Ardigò, al suo ultimo mondiale della carriera, concludono in top ten, a poca distanza dai primi, assieme all’altro Tony Kart guidato da Lorenzo Camplese.

Sfortunato invece Noah Milell, invischiato nelle retrovie dopo che un incidente in una Heats rovina un weekend fino a quel momento veramente competitivo, alla pari dei suoi compagni.

Il prossimo appuntamento con la pista per il Tony Kart Racing Team sarà nuovamente alla South Garda Karting di Lonato: dal 24 al 27 ottobre, saremo infatti impegnati nella prima tappa della WSK Open Cup con le categorie 60 Mini, OK-Junior, OK e KZ2.