10-12-2018

VITTORIA AL MACAO GRAN PRIX DI KZ

Si chiude con un successo netto e spettacolare del Tony Kart Racing Team la stagione 2018. Nel Macao International Kart Grand Prix di KZ è arrivata la netta vittoria con Ardigò ed il terzo posto di Corberi.

Teatro dell’ultimo appuntamento della stagione è stato lo spettacolare tracciato sulla penisola di Coloane, situato nella ex colonia portoghese di Macao. Questa pista era già stata, negli anni passati, la sede di importanti eventi internazionali, tra cui l’Asia Pacific KZ e la prova iridata della KF, prova in cui ci aggiudicammo il titolo mondiale CIK-FIA 2012.
Dopo alcune stagioni la pista asiatica è tornata alla ribalta del karting mondiale con un evento internazionale (la gara è inserita nel calendario CIK-FIA tra gli appuntamenti internazionali).
Sin dalle qualifiche è apparso chiaro che i nostri Racer 401S, motorizzati Vortex RKZ, erano competitivi ed in qualifica Matteo Viganò è stato primo nel suo gruppo e secondo assoluto. Gli altri nostri piloti sono stati tutti al vertice, con Simo Puhakka che ha segnato il secondo tempo (di gruppo), Marco Ardigò e Luca Corberi hanno colto il terzo crono dei rispettivi gruppi e Alessio Piccini è stato quarto.
Nella disputa delle tre heats necessarie a definire lo schieramento della prefinale il vincitore del FIA Karting International Super Cup KZ2, Matteo Viganò, si è imposto nella terza heat e Marco Ardigò ha fatto registrare sempre i best lap.
Inoltre, in tutte e tre le gare di qualifica, i nostri Tony Kart-Vortex si sono piazzati nella top-5.
In prefinale la sfida si è accesa e Ardigò ha chiuso al terzo posto, alle spalle di De Conto ed Hiltbrand, precedendo i compagni di squadra, Viganò, Puhakka, Corberi e Piccini.
La finalissima, corsa con la pista bagnata, ha subito visto Ardigò salire al comando. Nel corso del secondo passaggio, il nostro pilota ha preso la testa della corsa e l’ha mantenuta per tutti i diciannove giri rimanenti, aggiudicandosi la gara con 2”445 di vantaggio sul secondo, De Conto.
La festa Tony Kart-Vortex è stata arricchita dal podio di Luca Corberi, giunto terzo grazie ad una gara impeccabile, in cui ha preso il terzo posto al terzo giro e non lo ha più lasciato, nonostante le insidie del compagno di squadra Simo Puhakka, autore del best lap in finale.
La top-5 è stata completata da Viganò, il quale ha preceduto Piccini.