12-11-2019

VITTORIA DI JOSEPH TURNEY NELLA WSK OPEN CUP

In occasione dell’ultimo round della WSK Open Cup, il Tony Kart Racing Team si esprime nuovamente ad alto livello grazie alla vittoria del suo pilota inglese sul Circuito 7 Laghi.

Con la vittoria nella finale OK di Joseph Turney, il Tony Kart Racing Team archivia una WSK Open Cup ricca di soddisfazioni. Anche nell’ultimo round appena disputatosi sul Circuito 7 Laghi a Castelletto di Branduzzo (Italia) abbiamo ribadito la competitività mostrata nella prima tappa di Lonato, nonostante un meteo inclemente abbia complicato la situazione.

Il successo di Joseph Turney in OK arriva al termine di una battaglia finale senza esclusione di colpi. Dopo due vittorie di manche, un giro veloce e un terzo posto in prefinale raccolti nel corso del fine settimana, l’inglese si mostra da subito molto determinato a far sua anche la gara decisiva. Con i punti della vittoria, inoltre, Joseph Turney riesce a risalire di una posizione in classifica e concludere il campionato al secondo posto.
Tra i più veloci dello schieramento c’è anche il nostro Pedro Hiltbrand, sempre saldamente in top ten, ma tradito in un’occasione dalle condizioni della pista, così come succede a Lorenzo Travisanutto. Il campione del mondo ha comunque modo di riscattare lo sfortunato primo round cogliendo anche un secondo posto nelle batterie e arrivando quinto in finale e prefinale. Pedro Hiltbrand, invece, si vede privato dell’ottavo posto finale a causa di una penalità.
Il neopromosso in OK, Josep Maria Martì, compie ulteriori progressi e si mette in evidenza già nelle batterie, tutte terminate all’ottavo posto. A una prefinale un po’ rocambolesca, dove Martì perde alcune posizioni per poi recuperare, segue una brillante rimonta di sette posizioni nella gara decisiva, dove termina decimo.

In OKJ, Aiden Neate e Harley Keeble cominciano a dimostrare di prendere confidenza sia con il Tony Kart Racer 401 R motorizzato Vortex sia con il livello degli avversari: entrambi i nostri nuovi portacolori nelle Qualifying Heats recuperano brillantemente posizioni, portandosi sempre a ridosso della top ten. Neate disputa poi un’ottima prefinale piazzandosi ottavo, mentre Keeble conclude il weekend con una rimonta di 10 posizioni in finale.
Per Nikita Bedrin, invece, il weekend si rivela un po’ più complicato del previsto. I risultati, comunque, non mancano, con anche un secondo e un terzo posto nelle manche e un settimo in finale ottenuto dopo essere partito dalla decima casella.

Ottime prestazioni arrivano anche dai piloti più giovani impegnati nella 60 Mini al volante del Tony Kart Mini Rooke EV. A partire da Kean Nakamura Berta, che al suo debutto con i nostri colori si conferma all’altezza delle aspettative riuscendo subito a vincere una manche. Peccato per una penalità comminatagli in prefinale che lo priva della possibilità di schierarsi al via della gara decisiva.
Autori di un eccellente weekend sono anche Jimmy Helias, appena fuori dalla top ten in finale ma sesto in qualifica, terzo in prefinale e terzo e quarto nelle manches, e Jules Caranta, sfortunato nel venire coinvolto in un incidente nelle prime fasi della finale dopo aver dato prova di grande continuità nelle batterie concluse sempre in top ten.
James Egozi, infine, è tra i più veloci nelle qualifiche con il nono tempo, mentre Filippo Parmeggiani continua il suo apprendistato facendosi largo in mezzo allo schieramento.

Il Tony Kart Racing Team si prepara ora all’ultima fatica del calendario internazionale: la WSK Final Cup, in programma già per il prossimo fine settimana all’ Adria Karting Raceway, che vedrà impegnate le categorie 60 Mini, OKJ, OK e KZ2.